Euroavversari, speciale ‘Road to Munich’: riposo Bayern, rincorsa Chelsea

EUROAVVERSARI BAYERN CHELSEA ROAD / MONACO DI BAVIERA (Germania) – Situazioni diverse, quelle che si stanno configurando per Bayern Monaco e Chelsea. Le due compagini, in frenetica attesa del 19 maggio per incontrarsi e tentare di vincere la ‘Coppa dalle grandi orecchie’, vivono in maniera diversa queste settimane di preparazione.

CASA BAYERN – In Germania, la Bundesliga ha già emesso tutti i verdetti possibili: si gioca solo per l’onore. I bavaresi hanno chiuso in seconda posizione alle spalle del Borussia Dortmund, e la partita di sabato contro il Colonia sarà la giusta occasione per mantenersi in forma. Seguiranno due settimane senza gare ufficiali per la formazione guidata da Heynckes, che non disdegnerà qualche test amichevole per tenere alte la guardia e il fisico dei suoi giocatori. La possibilità di giocare l’ultima partita di questa manifestazione nella propria città ha diversi punti a favore: l’ultimo, in tal senso, è rappresentato dalla possibilità di poter preparare tutti gli ultimi dettagli a Saebener Strasse (quartier generale del Bayern) fino a poche ore prima della partita. Non ci saranno trasferte, né partenze anticipate: ‘solo’ il clima delle grandi partite, delle grandi occasioni, che allieterà queste settimane di attesa nella Monaco calcistica.

CASA CHELSEA – Dal canto proprio, il Chelsea vorrebbe poter aver la possibilità di disputare la prossima Champions League, quanto meno passando per i preliminari: obbligo, dunque, concentrarsi sulla conquista del quarto posto in Premier League. Nello scorso turno, i ‘Blues’ hanno battuto 6-1 il QPR: una dimostrazione di forza e di entusiasmo da parte della formazione di Roberto Di Matteo, il quale vorrà mantenere alta la soglia di attenzione per la finale di Champions. Questa sera, a Stamford Bridge, si giocherà la delicata gara contro il Newcastle: i ‘Magpies’ sono reduci da una cocente sconfitta contro il Wigan (4-0). Restano tre turni, nei quali quattro squadre (Arsenal, Tottenham, Newcastle e appunto Chelsea) lotteranno per quei due posti che valgono l’Europa che conta.

IMPEGNO COSTANTE – Come detto, il lavoro di pianificazione in casa Chelsea sarà sicuramente diverso da quello che opereranno i preparatori atletici di Monaco di Baviera. Impegni personalizzati anche per coloro che sanno già di scendere in campo in quella determinata partita, rispetto a chi, altrettanto, sa già di non poter prendervi parte: Terry, Ivanovic, Ramires, Meireles, Badstuber, Luis Gustavo e Alaba potranno al massimo unirsi ai festeggiamenti di fine gara, in quanto la loro presenza, solitamente fissa, sarà preclusa dalle squalifiche rimediata sul campo. Entrambe le squadre arriveranno con i pezzi contati: sia Di Matteo che Heynckes dovranno rilanciare le cosiddette riserve, coloro che vengono chiamati in causa nel momento del bisogno, anche se questo coincide con la finale di Champions League; gente come Rafinha e van Buyten da una parte, Bosingwa e Paulo Ferreira dall’altra, potranno essere rispolverati per l’occasione. L’occasione di una vita.

I PREZZI… VOLANO – L’evento in sé viene giocato anche dai tifosi. Nessun problema per quelli di casa, che potranno vivere nella propria città tutti i preparativi e partecipare alle iniziative firmate Uefa. Non va troppo bene ai tifosi provenienti da Londra, i quali, consultando i portali che organizzano viaggi aerei, si sono visti moltiplicare le quote dei voli. Una compagnia low-cost è passata dalla cifra media di 32 euro (tratta Londra-Monaco di Baviera) a 460 euro. Un cambiamento non dovuto al costante riempirsi del velivolo, quanto alla scelta societaria che, giusto il 19 maggio, opererà semplicemente alcuni voli più “normali”. Alla faccia del low-cost.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *