Lazio, conferenza stampa Petkovic su giocatori, obiettivi e Balzaretti

DIRETTA LAZIO CONFERENZA STAMPA PETKOVIC / AURONZO DI CADORE – Torna a parlare Vladimir Petkovic. Per la prima volta dopo la conferenza stampa di presentazione, il nuovo allenatore della Lazio si è messo a disposizione dei giornalisti per rispondere alle loro domande. Calciomercato.it segue in diretta per voi le sue dichiarazioni.

GIOVANI O VECCHI? BRAVI – “L’importante è avere giocatori bravi, al di là dell’età: sarebbe meglio se fossero anche giovani”.

PREPARAZIONE E MENTALITA’ – “Normalmente non rilascio interviste, ma avrete tutti tanto tempo per conoscermi: i giocatori hanno già cominciato a farlo. Abbiamo diversi obiettivi, passo dopo passo: adesso vogliamo un lavoro fisico che renda la squadra pronta. Gli allenamenti non dovranno mai essere monotoni, per aumentare ritmo e voglia di giocare a calcio: cerchiamo di alternare gli esercizi con allenamento tecnico per modulare il carico di lavoro. La prima fase è andata bene. Il riscontro coi giocatori e con lo staff è importante per confermare le sensazioni. Per me questi sono principi tattici molto importanti, che voglio inserire dal primo giorno di allenamento: devo convincere i giocatori che solo con questa mentalità potremo giocare in ogni maniera, con ogni modulo, cosa che intendo fare. Dobbiamo avere stabilità difensiva in fase di possesso palla, e ogni giocatore deve conoscere i movimenti dei compagni: offensivamente pretendo idee di gioco e abilità individuali. La prevenzione degli infortuni è molto importante: lo stretching assumerà un valore fondamentale nel mio lavoro”.

QUALITA’ AGGRESSIVA – “Quando vedo la qualità non intendo solo a livello tecnico, ma anche tattico: saper gestire le proprie forze e il comportamento della squadra. La Lazio deve saper giocare aggressiva, come un gruppo compatto. C’è ancora troppa distanza tra i reparti in fase difensiva”.

IDEE TATTICHE – “Voglio provare i giocatori in diversi ruoli: tra 2-3 settimane comincerò a stilare le funzioni tattiche dei vari calciatori, ma per adesso voglio valutarne la capacità di ricoprire più ruoli”.

ZARATE – “Per me è importante il gruppo, ed è molto importante che Zarate faccia parte di un gruppo che lavora nella stessa direzione. E’ come tutti gli altri giocatori: fino ad ora tutti quanti hanno lavorato veramente bene. Cessione? Leggo anch’io tante voci. Sono informato, ma non c’è niente da dire: fino adesso non ho ancora detto se qualcuno mi piaccia o non mi piaccia, non ho ancora espresso giudizi su nessuno. Ogni elemento in rosa al momento è importante per la Lazio“.

ROSA E OBIETTIVI – “E’ presto per dire dove possiamo arrivare: ci sarà qualcosa da correggere, ma sono molto contento di questi giocatori, che stanno mostrando qualità. Sono soddisfatto con questa rosa, ma sicuramente dobbiamo migliorare sotto ogni punto di vista: tecnico, fisico, tattico, mentale. La convinzione deve essere maggiore, per una Lazio che sia protagonista”.

TIFOSI – “Sapevo che la Lazio fosse una grande società, ma adesso posso confermare che anche la gente è molto bella: sono grato al supporto che ci viene dato, cercheremo di lavorare bene, e con le nostre idee potremo dare grandi soddisfazioni ai tifosi“.

LULIC – “Ha fatto una buona stagione, ma all’inizio ha avuto un impatto difficile, senza contare l’infortunio. Ha giocato bene lo scorso anno, ma quest’anno farà un salto di qualità, diventando ancora più importante. Dà tutto per la squadra, vedrò dove utilizzarlo: al momento lo vedo dalla metà campo in avanti, ma è un jolly su tutte e due le fasce, può fare anche il terzino“.

MATUZALEM – “Non voglio parlare troppo dei singoli, ma tutti sono molto importanti, e uno di quelli sarebbe anche Matuzalem, perché era previsto come un giocatore del nostro organico. Conoscevo le sue qualità, mi è dispiaciuto non vederlo qui con noi. Vedremo: tutti sono importanti, ma nessuno è indispensabile. Quanto gli è successo va oltre le mie competenze, per cui in collaborazione con la società vedremo come proseguire”.

MAURI – “Già nel primo allenamento ci ho parlato, ma non c’era niente da spiegare: l’ho visto in tutti questi giorni, e nessuno ha il minimo dubbio su di lui”.

SALTO DI QUALITA’ – “Se un giorno riusciremo a dare il 100%, quello dopo dovremo dare il 110%”.

MERCATO – “Ne parlo ogni giorno con lo staff e col d.s. Tare. Non sono decisioni improvvise, ma progetti ben valutati e scelti con intelligenza. Balzaretti? Sì, mi piace. L’ho visto giocare molto bene anche per la Nazionale. Sa giocare sia a destra che a sinistra, è valido, uno dei migliori laterali in Italia”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *