Cagliari, scaramanzia e concretezza: ecco il perche’ del primato

CAGLIARI SCARAMANZIA E CONCRETEZZA IL PERCHE DEL PRIMATO / CAGLIARI – Alla fine è arrivata la tanto discussa vittoria del Cagliari col Novara, nel giorno 17 del mese di settembre. Quella data che il presidente Cellino aveva temuto così tanto da invitare i suoi tifosi a vestirsi di viola per dribblare la sfortuna. Scaramanzia cui non aveva creduto sin dall’inizio il tecnico Ficcadenti, che aveva invocato concentrazione e voglia di vincere da parte dei suoi. Avevano ragione entrambi: il Cagliari, seppur creando un numero limitato di occasioni, vince con la concretezza la prima stagionale al ‘Sant’Elia’ e vola stranamente in vetta alla classifica, come non accadeva dai tempi dello scudetto. Sia a Roma che contro i piemontesi, la squadra rossoblu non ha cercato di strafare, ma ha puntato su una difesa molto solida (i due gol subiti sono arrivati entrambi nei minuti di recupero), e sulla affidabilità di un centrocampo collaudato come quello composto da Biondini, Conti e Nainggolan. Una partenza ben diversa dalle ultime cui ci aveva abituato la squadra sarda, che adesso dovrà restare concentrata per affrontare in sequenza Palermo e Udinese. Avversari sulla carta proibitivi, ma se Cellino ha capito come battere la sfortuna tutto può ancora accadere.

N.G.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *