Roma, la conferenza stampa di Borini

BORINI CONFERENZA STAMPA / ROMA – E’ il giorno di Fabio Borini. Si è tenuta oggi la conferenza stampa di presentazione del nuovo giovane attaccante della Roma, arrivato in prestito dal Parma nelle ultimissime ore di mercato: “Di questa nuova avventura mi ha colpito il ciclo che sta nascendo, le idee, i calciatori -si legge nelle parole riportate da ‘romanews.eu’-. C’è una nuova mentalità, un nuovo spirito intorno alla squadra. Io titolare? Con il mister, da come ho capito finora, non ci sono titolari fissi. Non si sa mai chi giocherà. Io cerco sempre di giocare il più possibile, lo sipirito è lo stesso di sempre. L’Inter? E’ una sfida molto sentita, potrò finalmente viverla”.

RUOLO INZAGHI – “Il paragone con Inzaghi mi affascina, ha segnato e vinto tanto. Se sono punta centrale o esterna? Nasco come centrale ma mi adatto in tutti i ruoli di attacco”

TOTTI E SENATORI – “Totti, la sua storia la sapevo solo in tv. Quando mi sono presentato a lui mi sentivo fuori luogo. Se uno è un campione lo rimarrà sempre. Totti lo è, lo è stato e lo sarà sempre, a Roma e nel mondo.
Poi anche conoscere De Rossi, Burdisso, tutti i ‘capi’ della squadra, quelli che dentro e fuori lo spogliatoio sono i capitani. Mi ha fatto piacere e ogni giorno mi sento parte del gruppo. Mi fanno sentire a casa“.

GRAZIE ANCELOTTI – “Non l’ho ancora sentito, mi ha scritto un suo amico e mi ha riferito che era contento di vedermi a Roma. Sono molto contento. Cosa mi ha insegnato? Tanto, è stato lui a portarmi in prima squadra al Chelsea nonostante i primi periodi di difficoltà in un nuovo stato, in una nuova città e in una nuova squadra. Mi ha cresciuto, dava consigli. Un grandissimo allenatore che sa come relazionarsi ai giovani e al resto della squadra”.

A.B.

 

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *