PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-PENAROL

PAGELLE TABELLINO NAPOLI PENAROL / NAPOLI – Non è ancora un buon Napoli quello che non va oltre il pari contro il Penarol nella prima uscita al ‘San Paolo’. Con Lavezzi a guardare a bordo campo e con Cavani che rientrerà l’8 agosto, ci pensa Marek Hamsik a tenere alto la bandiera del ‘tridente delle meraviglie’. Lo slovacco sblocca la gara ad inizio ripresa. Ma a due minuti dalla fine arriva il pari che sa di beffa realizzato da Perez.

NAPOLI
De Sanctis 6 – Le insidie alla sua porta nel primo tempo sono davvero poche, ma ci mette una mano provvidenziale sulla conclusione di Albin. Poi sul finale si lascia trafiggere dal diagonale di Perez che gli passa sotto le braccia.

Fernandez 6 – Buona la prima prova del ‘Flaco’ davanti ai nuovi tifosi, si muove con disinvoltura guadagnandosi la pagnotta.

Cannavaro 6,5 – Guida con il solito piglio da leader la difesa azzurra, diligente e puntuale nelle chiusure e sugli anticipi. Dal 32’ Rinaudo: fischiato dai tifosi del Napoli per il suo recente passato juventino.

Ruiz 5,5 – Qualche piccola sbavatura, ma è risaputo che giocare nella difesa a tre non è la sua massima aspirazione tattica, nonostante ciò gioca una partita dignitosa. Dal 17’ st Aronica: cambia poco o nulla con il suo ingresso almeno dal punto di vista tattico. 

Maggio 6 – Festeggia la convocazione in Nazionale confezionando sgommate profonde e pungenti come di solito è abituato a fare, ma nella ripresa cala alla distanza.

Inler 6 – Giostra la palla con sicurezza ed autorità, sembra essere già il padrone del centrocampo azzurro. Dal 32’ Cigarini.

Dzemaili 5,5 – Meno brillante, più appannato in fatto di condizione atletica rispetto al connazionale Inler con il quale però l’intesa è cosa già ben rodata. Dal 16 st Donadel: affianca Inler sulla linea di centrocampisti e il suo apporto è di qualità oltre che di quantità.

Dossena 6 – Sforna cross a ripetizione soprattutto uno perfetto nel primo tempo non sfruttato però da Lucarelli; prova anche la conclusione da lontano, è quasi in forma campionato.

Hamsik 6,5 – E’ il solito ‘Marekiaro’. Il campionato non è ancora iniziato, ma lui comunque riesce a sbloccare la gara ad inizio ripresa dopo aver sonnecchiato per tutto il primo tempo. Poco dopo buca il raddoppio. Dal 32’ Bogliacino.

Mascara 6 – Buoni i guizzi, così come i dribbling, spazia a destra e a sinistra, ci prova su calcio piazzato. Poi confeziona l’assist per Hamsik. Dal 16 st Santana 5,5: fuori ruolo e fuori forma.

Lucarelli 6 – Si divora un paio di gol nel primo tempo, uno su perfetto assist di Dossena. Dal 36’ st Dezi: sv

Allenatore Mazzarri 5,5 – Torna ad indossare come da copione la camicia bianca, anche se arrotolata sulle maniche, senza però mai prendere la giacca. Il suo Napoli cresce.

PENAROL
Carini 6 – Primo tempo con un paio di buoni interventi, uno su Lucarelli. Poi nella ripresa deve arrendersi sulla botta ravvicinata di Hamsik. Si riscatta con un guizzo sempre sullo slovacco

Mac Echen 6 – Alterna buone chiusure ad autentiche sbavature.

Gonzalez – 5,5 – Si prende cura di Lucarelli che riesce a disinnescare spesso e volentieri.

Freitas  6 – Ci prova con le buone e con le cattive, fa il suo mestiere riuscendo negli anticipi.

Rodriguez 6 – Ci mette mestiere e tanta grinta su quasi tutti i palloni.

Pastorini 5 – Cerca di contenere la maggiore qualità del centrocampo azzurro e soprattutto le geometrie di Inler.

Perez 6,5 – Segna il pari con un diagonale che passa sotto le braccia di De Sanctis.

Valdez 6,5 – Troppo prevedibili le sfuriate sulla fascia di sua competenza.

Corujo 6 – E’ lui l’uomo più pericoloso della squadra uruguagia: nel primo tempo quasi da solo mette in apprensione la difesa azzurra con buone giocate. Strappa anche l’applauso del San Paolo.

Albin 6 – Poche le trame offensive degne di nota, anche perchè sbatte sistematicamente contro il muro azzurro. Dal 25’ Palacios.

Amodio  5,5 – Prova ad alzare la diga contro i suoi ex compagni, fa quel che può per farsi rimpiangere dal San Paolo. Dal 25’ Silva.

Allenatore Aguirre 6 – Mette in campo una buona squadra anche se troppo lenta e prevedibile e non al meglio della condizione. Resce comunque ad uscire imbattuto dal San Paolo.

Arbitro Guida di Torre Annunziata 6 – Buona la conduzione, con poche sbavature.

 

TABELLINO

NAPOLI-PENAROL 1-1

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis, Fernandez, Cannavaro (Dal 32’ Rinaudo), Ruiz (Dal 17 Aronica), Maggio, Inler, (dal 16 st Donadel 6) Dzemaili, Dossena, Hamsik (Dal 32’ Bogliacino sv), Mascara, (Dal 16 st Santana 5,5) Lucarelli (dal 36’ Dezi sv). A disp.: All. Mazzarri

PENAROL (4-4-2): Carini, Mac Echen, Gonzalez, Freitas, Rodriguez, Pastorini, Perez, Valdez, Corujo, Albin (Dal 25 Palacios), Amodio (dal 25’ Silvia sv).

Arbitro:  Guida di Torre Annunziata 6

Marcatori: (N) Hamsik al 3’ pt, (P) Perez 43’ st

Ammoniti: (N) Ruiz

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *