Calcioscommesse, esclusivo avvocato Stagliano: “Scandalo non inaspettato. E sulle retrocessioni…”

Lecce-Cagliari (Getty Images)

CALCIOSCOMMESSE, ESCLUSIVO AVVOCATO STAGLIANO / ROMA – “Per me non è una cosa inaspettata”. Così l’avvocato Mario Stagliano ha commentato l’ultimo scandalo legato al calcioscommesse in esclusiva a Calciomercato.it: “Purtroppo è ben noto che molti tesserati hanno il vizio delle scommesse, poi ci sono alcuni che lo fanno anche sui match di serie A (il che è vietato) e tra questi qualcuno addirittura sulle partite che riguardano la propria squadra, il che oltre che illegale è anche moralmente illecito”. Qualcuno ha paventato l’ipotesi retrocessione per i club coinvolti nella vicenda facendo riferimento all’istituto della responsabilità oggettiva: “A differenza di molti miei colleghi, io penso che nessuno rischi di retrocedere – prosegue l’ex vice capo dell’ufficio indagini della Figc ed esperto di diritto sportivo ai nostri microfoni – Certamente le società coinvolte verranno chiamate a rispondere dell’operato dei propri tesserati, ma i precedenti in materia indicano che in casi analoghi la sanzione comminata ai club è una semplice sanzione amministrativa. L’unico caso in cui fu data una penalizzazione in punti riguarda il Modena nel 2004, ma allora si trattò di un tentativo di illecito sportivo”.

Dalla Roma alla Fiorentina, passando per il Lecce ed il Cagliari, tutti i club chiamati in causa negli ultimi giorni si sono difesi professandosi estranei ai fatti e lanciando accuse di millanteria: “A tal proposito bisogna fare una distinzione: per quanto riguarda i sedici soggetti colpiti da misure cautelari ci sono intercettazioni chiare con specifici richiami a degli illeciti – conclude l’avvocato Stagliano a Calciomercato.it – Mentre per le persone e le società che non figurano negli atti della procura di Cremona, limitatamente a quello che è emerso finora, è giusto parlare di millanteria“.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *