Calciomercato, le trattative del 20 gennaio

MERCATO TRATTATIVE 20 GENNAIO / ROMA – Giornata interlocutoria per il mercato: continua il pressing del Milan su Ziegler anche se la Sampdoria non vuole cedere lo svizzero. Sempre più vicino l’arrivo di Ruiz a Napoli mentre la Juventus segue sempre Forlan e Luis Fabiano.

JUVENTUS

Sempre aperta la caccia ad un attaccante, anche se il problema è sempre lo stesso: servono i soldi per puntare ad un giocatore di un certo livello. In esclusiva a Calciomercato.it, il procuratore di Luis Fabiano, Josè Fuentes conferma che Torino è una destinazione gradita per il suo assistito ma dichiara anche che la Juventus non ha mai presentato un’offerta ufficiale. Sempre valido la pista Forlan. Ancora viva l’ipotesi di un trasferimento a Genova, sponda rossoblu, di Storari ma solo a titolo definitivo. Intanto dalla Romania danno per fatto l’acquisto del giovane portiere Branescu.

MILAN

Ancora non si riesce a chiudere per Ziegler: la Sampdoria non accetta la proposta rossonera e vuole tenere lo svizzero fino a giugno. L’agente Fifa, in esclusiva a Calciomercato.it, parla dei possibili arrivi di Coentrao e Luiz ma non a gennaio. In uscita Montelongo è vicino al Bologna.

ROMA

Mercato di gennaio bloccato in attesa di sviluppi societari: per giugno si fa il nome del francese Birsa che si svincola dall’Auxerre.

NAPOLI

Sembra ormai ad un passo l’acquisto dall’Espanyol del difensore Ruiz.

FIORENTINA

Si segue il centrocampista Matuidi del Saint Etienne. Ancora da decidere il futuro di Mutu, che sembra essere più lontano dal Cesena.

PALERMO

Il direttore sportivo del Genoa, Capozucca, smentisce in esclusiva a Calciomercato.it, l’ipotesi di un arrivo in Sicilia di Destro.

SAMPDORIA

Non solo Milan su Ziegler: i blucerchiati vorrebbero tenere il terzino almeno fino a giugno.

BOLOGNA

Vicino l’arrivo del giovane Montelongo dal Milan.

UDINESE

Ufficiale l’arrivo dall’Helsingborgs del difensore svedese Joel Ekstrand.

CESENA

Sembrano complicarsi le trattative per Maccarone e Mutu.

 

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *