notiziario.calciomercato.it

Juventus Inter Milan Roma Napoli Lazio Fiorentina Palermo Genoa Sampdoria Bologna Udinese Bari Parma Cacliari Catania Chievo Torino Lecce Lecce brescia

17:28 | 17/04

Catania-Lazio, Lotito a tutto campo su Roma, Juventus e Massimo Mauro

CATANIA LAZIO LOTITO CONTRO MAURO / CATANIA – Il 4-1 esterno di oggi consegna alla Lazio le chiavi del quarto posto, che ora dipenderà soltanto dalle sue prestazioni. Ai microfoni di ‘Sky Sport’, il presidente biancoceleste Claudio Lotito ha dichiarato: “Il campionato finisce tra 5 partite, quindi tutto resta aperto, anche la possibile qualificazione della Juventus. Speriamo che la Lazio mantenga questo profilo, con spirito e compattezza. Quello che conta sono i risultati, al di là del fatto che la Lazio ha vinto una Coppa Italia e una Supercoppa Italiana sotto la mia presidenza, anche se la Roma ci è sempre finita davanti in campionato. La gara con l’Inter? Se sapessi fare pronostici, giocherei alla lotteria”.

Quindi, l’attacco di Massimo Mauro, che dallo studio accusa Lotito: “Lei può parlare di calcio solo perché ha comprato una società. Io lo vivo da quando ero bambino, lei solo da qualche anno”. La replica del presidente: “Lei è molto intelligente e preparato, soprattutto sul gioco delle bocce”.

Importante parentesi sulle vicende legate alla Roma: “Il cambio societario della Roma, alla Lazio, non comporta cambiamenti. Bisogna vedere cosa cambierà nella Roma: i proclami sono una cosa, i fatti ben altra. Quando ho rilevato la Lazio, c’era un forte indebitamento, mentre i giallorossi soffrono di meno da questo punto di vista. Eppure io ho investito molti soldi personali, mentre nella Roma viene acquistato il 67% della società ed è necessaria un’Opa sul titolo. Non voglio fare i conti in tasca agli altri, ma tra debiti e rilevamento della società, quali soldi restano per investire sulla squadra e acquistare i giocatori?”.

“Se porterà idee innovative DiBenedetto – ha aggiunto Lotito –, ne beneficerà il calcio italiano. Ma non è che arriva l’americano e dopo un giorno fa lo stadio: le paludi burocratiche italiane sono note a tutti. La Juventus ha fatto lo stadio, ma non come lo vorrebbe fare la Lazio: lo stadio che voglio io sarà fruibile 365 giorni l’anno, 24 ore su 24, con incremento di ricavi e patrimonializzazione dei costi”.

M.T.

Be the first to like.

LASCIA IL TUO COMMENTO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

ALTRE NOTIZIE