Napoli-Palermo, le parole di Mazzarri in conferenza stampa

Maurizio Fedeli ([email protected])

NAPOLI PALERMO MAZZARRI / NAPOLI – Walter Mazzarri, alla vigilia della gara contro il Palermo, è tornato a parlare del ‘caso’ Marchisio-Napoli: “Considerato com’è il nostro ambiente, io l’ho preso come un complimento. In questo mondo chi è simpatico vuol dire che non è considerato da nessuno. Si sa com’è, bene, sono contento di questo complimento”.

NAPOLI-PALERMO – “Sarà una partita pericolosa, c’è il rischio di pensare che il Palermo sia un avversario più abbordabile rispetto alla Roma. Dobbiamo dimostrare di essere davvero una squadra antipatica sotto tutti i punti di vista. Serve crescere e non avere cali di tensione per rimanere tra le prime posizioni in modo consolidato. Voglio fare l'”in bocca al lupo” ad Aronica e Dossena che ritrovaremo domani, li ringrazio, ci hanno dato un grande contributo. Spero che domani giochino un pochino peggio del solito (sorride, ndr).

 

ARMERO E CALAIO’ – “Dovevamo ricoprire alcuni ruoli. Il calcio è fatto di stimoli: Calaio’ ha grandi motivazioni, ho parlato con lui prima del suo arrivo e sa il ruolo che deve ricoprire. E’ un attaccante generoso e da avversario mi ha sempre dato fastidio. Stessa cosa vale per Armero, mi ha confermato che oltre a fare l’esterno puo’ ricoprire anche il ruolo di mezz’ala. E’ leggermente in ritardo di condizione ma allenandolo capirò meglio le sue qualità. Mi aspetto una grossa mano da entrambe i giocatori”.

GIRONE DI RITORNO – “Statisticamente le mie squadre hanno sempre fatto meglio nel girone di ritorno. Abbiamo diversi punti in più rispetto allo scorso anno , qualche punto lo abbiamo perso per strada mentre qualche partita che meritavamo di pareggiare, come Cagliari e Genova, l’ abbiamo vinta. I punti sono giusti, magari potevano essere 40 o 41″.

FUTURO E PESAOLA – “Il mio futuro si chiama Palermo. Il bilancio per adesso è positivo, spero di fare più punti del girone di andata. I conti si faranno a giugno. Raggiungere le presenze di Pesaola è una soddisfazione, lo vedevo da bambino”.

CAVANI-REAL MADRID – “In Spagna le maglie delle difese sono più larghe, ma gli auguro di fare ancora tanti gol in Italia”.

SQUALIFICHE GRAVA E CANNAVARO – “Pensando a come sono andate le cose mi viene da ridere. Il Napoli è parte lesa della vicenda. Sono fiducioso e spero che sia fatta giustizia”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *