Calcioscommesse, ESCLUSIVO Casaccia su Criscito

RADIOCALCIOMERCATO ESCLUSIVO CASACCA CALCIOSCOMMESSE / ROMA – La settimana calcistica in Italia non è di certo cominciata nel migliore dei modi: lo scandalo del calcioscommesse si è abbattuto infatti come un uragano sul calcio italiano ed ha mietuto le prime vittime, tra cui Milanetto e Mauri che sono stati arrestati. Ai microfoni di RadioCalciomercato.it, web radio ufficiale di Calciomercato.it, è intervenuto il giornalista de “Il Secolo XIX” Mauro Casaccia, per fare un punto della situazione.

CRISCITO – “Il nome dell’ex giocatore del Genoa non era circolato in precedenza e perciò in questo momento nel capoluogo ligure c’è parecchia incredulità. In questi giorni si parlava della rete di Mauro Boselli in occasione del derby dello scorso anno e dell’esultanza del giocatore a fine gara, poi sono venute fuori queste notizie”.

ALTRI COINVOLTI – “Il nome di Sculli era già emerso in intercettazioni precedenti, ma il gip di Cremona, Guido Salvini, non ha accolto la richiesta di arresto avanzata dalla Procura di Cremona nei suoi confronti. Si parla anche di Kaladze e Dainelli, attualmente al Chievo, e i nomi di area rossoblu aumentano di minuto in minuto. Per quel che concerne il calcioscommesse il pm Di Martino ha parlato anche del possibili coinvolgimento di alcuni dirigenti, ora vedremo. Il fatto che non sia stato individuato un centro nevralgico fa pensare ad una rete molto estesa che potrebbe avere ripercussioni gravi sul calcio italiano. Dobbiamo registrare che la settimana è iniziata con un lunedì nero…”

FUTURO – “Non so se i dirigenti del Genoa rilasceranno dichiarazioni nelle prossime ore e non ci sono posizioni ufficiali al momento. Lo stesso Criscito ha parlato attraverso il suo procuratore, Andrea D’Amico. Le convocazioni di Prandelli potrebbero passare ora in secondo piano. Mercato Genoa? Dopo la cessione di Palacio all’Inter, la maggior parte dei movimenti in entrata e in uscita subirà una battuta d’arresto in attesa di sapere qualcosa di più su quello che sta accadendo”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *