Napoli, il bilancio di Mazzarri sulla stagione

NAPOLI BILANCIO MAZZARRI COPPA ITALIA / NAPOLI – Walter Mazzarri non ha ancora finito di godersi il trionfo in Coppa Italia, primo trofeo dell’era De Laurentiis, primo trofeo vinto dal Napoli da 22 anni a questa parte. Sulle frequenze di Radio Manà Manà Sport il tecnico ripercorre questa straordinaria stagione appena conclusasi: “Vincere contro la Juventus per la città di Napoli è qualcosa di speciale e farlo in un’annata da record per i bianconeri, senza dover nemmeno arrivare ai calci di rigori, è stata una grandissima soddisfazione ed una vittoria che dà valore“.

VOGLIA DI VINCERE – “Chi mi conosce, sa benissimo che vorrei sempre vincere ed ho sempre pensato alla precarietà del mio lavoro, lavorando al massimo negli ultimi dodici anni. Quello che verrà in futuro si vedrà, ma questo aspetto non mi preoccupa anzi mi stimola. Supercoppa? Adesso non ci penso, vediamo cosa accade, ora ho bisogno di staccare la spina e poi penseremo al futuro”.

SALTO DI QUALITA’ – “La Champions League va onorata e diventerà un patrimonio per il futuro del Napoli. Pur non essendo un obiettivo societario, siamo stati costretti a farla al meglio, cercando di mettere con le squadre più forti come Bayern Monaco e Manchester City sempre la miglior formazione possibile per non incorrere in risultati troppo negativi e questo ci ha fatto chiaramente perdere terreno in campionato dalla terza posizione. Non ci dimentichiamo che siamo arrivati alla finale di Roma dopo aver disputato 51 partite. La rosa che ho a disposizione è cresciuta in maniera esponenziale in questi due anni e servirà per il futuro. Hamsik,Lavezzi e Cavani si sono consacrati grazie a questo processo di crescita divenendo dei giocatori fondamentali anche a livello di gioco di squadra e si sono fatti conoscere in tutto il mondo”.

A.B.

 

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *