PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-NAPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI BOLOGNA-NAPOLI / BOLOGNA – Il Bologna strappa via la Champions League al Napoli con una vittoria ininfluente ai fini della classifica ma importante per celebrare una stagione trionfale. Un Agliardi strepitoso e dei movimenti offensivi perfettamente rodati mandano in crisi la solita difesa inconsistente di Mazzarri. Per il Napoli primo tempo sfortunato (con ben tre traverse), ma nella ripresa si poteva fare decisamente di più.

BOLOGNA

Agliardi 7,5 – Una parata da cyborg su Hamsik ad inizio match, un altro salvataggio fenomenale dopo la deviazione di un compagno. Due parate che valgono due reti, unite ad altre comunque importanti.

Antonsson 6,5 – Questo svedesone roccioso ma anche piuttosto scaltro tiene bene a bada gli attaccanti napoletani.

Loria 6,5 – Come Antonsson, lui è anche più cattivo.

Cherubin 6,5 – Completa alla grande un reparto che concede poche sbavature, soprattutto nella ripresa.

Garics 6 – Zuniga lo mette un po’ in difficoltà, lui comunque contiene bene, pur con qualche problemino.

Mudingayi 7 – Fenomenale, in mezzo al campo corre come un pazzo, da’ e prende botte da orbi, sempre efficace anche nel disimpegno. Il Napoli farebbe bene a mettere in pratica il pensierino che ci ha fatto già da un paio d’anni.

Perez 7 – Un encomio per la generosità di essere rimasto più di mezz’ora in campo praticamente zoppo, lottando fino all’ultimo secondo su ogni pallone. (38′ pt Taider 6,5 – Importante in una ripresa nella quale serviva più sostanza che qualità).

Morleo 6 – Chiude con un’espulsione che poteva risparmiarsi, ma sulla sinistra è ottimo anche contro un dirimpettaio non facile come Maggio.

Diamanti 7 – Sblocca il risultato con un diagonale chirurgico, poi continua a dispensare gioco senza buttare mai via un pallone. Alcune aperture sono fantastiche. Di qualità superiore, avesse avuto la testa giusta sarebbe un campionissimo.

Acquafresca 6 – Non demerita perché mette in pratica un tipo di gioco che consente ai compagni di reparto di salire senza sentirsi il fiato sul collo degli avversari. Lavoro sporco utilissimo alla causa.

Di Vaio 7 – Volessimo dare un voto ad una carriera che è decollata nuovamente dopo i trenta meriterebbe almeno un punto in più. E’ stato l’anima e l’uomo più decisivo del Bologna, anche nei momenti più bui. Oggi premiamo soltanto l’ennesima prestazione da applausi, con il palo a negargli il gol dell’addio. Peccato, sarebbe stato un bel modo di salutare una tifoseria che pendeva dai suoi scarpini, e oggi l’ha fatto per l’ultima volta.

All. Pioli 7,5 – Quando ha davanti il Napoli si esalta, non a caso è imbattuto negli ultimi due anni contro gli azzurri. Anche oggi mette in campo una squadra contratta e cinica che sa far male alla prima occasione, con tanti saluti al più quotato collega Mazzarri che contro di lui ci capisce sempre troppo poco. Un applauso lo merita la stagione strepitosa che ha disputato, peccato per l’Europa League perché la meriterebbe senz’altro.

NAPOLI

De Sanctis 5,5 – Due tiri in porta del Bologna, due gol. Forse sull’incursione di Rubin poteva provare ad uscire un po’ prima.

Cannavaro 6 – Propositivo e pericoloso in un paio di occasioni offensive, in difesa va in bambola insieme ai compagni, sbagliando tutti i movimenti che poteva sbagliare.

Aronica 5 – Far guidare la difesa ad Aronica può considerarsi un po’ un suicidio, lui conferma la sensazione della vigilia piazzandosi malissimo in tutte e due le azioni da gol. Poi concede il tris quando lascia infilarsi Di Vaio stendendogli il tappeto rosso, con l’attaccante che prende un palo solo davanti a De Sanctis.

Britos 5,5 – Non è sicuramente il maggior responsabile delle reti subite dalla squadra, ma comunque va in barca insieme a tutto il reparto. (17’ st Dossena 5,5 – Entra quando ormai il match è già deciso e nessun altro fa molto per cambiarne l’inerzia).

Maggio 5 – Spinge poco e male, si lascia schiacciare da Morleo. Giusta la sostituzione. (9’ st Lavezzi 5,5 – Non riesce a dare il cambio di marcia che sarebbe servito).

Gargano 6 – Cerca di restare essenziale e ci riesce, almeno non fa danni.

Inler 5 – Mudingayi e Perez hanno un altro passo, si vede da come arranca di fronte agli avversari. (Dal 22′ st Dzemaili 5 – Ci mette buona volontà e un minimo di verve, poi perde la testa e si fa mandare via).

Zuniga 6 – Punta Garics a ripetizione, spesso lo salta, torna anche a chiudere spesso. Il meno peggio del Napoli.

Hamsik 5 – Un’occasione facile facile sbagliata in avvio, un’altra poco dopo. Nella ripresa affonda con tutta la squadra.

Pandev 5,5 – Ad aprire spazi è bravissimo, peccato che i compagni non li sfruttino a dovere. E’ stato molto più decisivo in passato.

Cavani 6 – Si muove tanto e anche bene, purtroppo oggi non è supportato dalla buona sorte. Poi si innervosisce e si eclissa un po’ dal match, ma il disastro di oggi non è certo colpa sua.

All. Mazzarri 5 – Pioli l’ha sempre messo in seria difficoltà, ci riesce anche quando non gli serviva poi tanto. Ma perdere così il treno Champions, contro una squadra che ormai non aveva più obiettivi, è imperdonabile per il Napoli. Sfortunatissimo nel primo tempo (per una volta bisogna dargliene atto), nella ripresa dovrebbe spaccare il mondo e invece è davvero un pianto. Una fortuna dilapidata gratis, un grosso peccato di supponenza alla base.

Arbitro Bergonzi 6 – Polso fermo, un paio di chiamate sbagliate su fuorigioco ininfluenti, parecchi cartellini. Gestisce bene la rissa nel finale dove placa gli animi mandando via i più animosi, Dzemaili e Morleo. Giusto anche non espellere Zuniga, dal replay il fallo risulta meno grave di quanto sembrasse a velocità normale.

TABELLINO DI BOLOGNA-NAPOLI 2-0

Bologna (3-4-1-2): Agliardi; Antonsson, Cherubin, Loria; Garics, Perez (38′ pt Taider), Mudingayi, Morleo; Diamanti (35′ st Belfodil); Acquafresca (13′ st Rubin), Di Vaio. A disp.: Stojanovic, Sorensen, Crespo, Casini. All. Pioli

Napoli (3-5-2): De Sanctis; Cannavaro, Aronica, Britos (17′ st Dossena); Maggio (10′ st Lavezzi), Gargano, Inler (23′ st Dzemaili), Hamsik, Zuniga; Pandev, Cavani. A disp.: Colombo, Grava, Fideleff, Vargas. All. Mazzarri

Arbitro: Bergonzi
Marcatori: 17′ pt Diamanti (B), 19′ st Rubin (B)
Ammoniti: Loria (B), Gargano (N), Cherubin (B), Britos (N), Rubin (B), Cavani (N)
Espulsi: 45′ st Morleo (B) e Dzemaili (N)

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *