Calcioscomesse e Calciomercato: esclusivo Davide Lippi su Brocchi, Montella, Rosi e Marcello Lippi

Christian Brocchi (Getty Images)

CALCIOSCOMMESSE, ESCLUSIVO AGENTE BROCCHI / ROMA – Nella seconda parte (clicca qui per leggere la prima parte) dell’intervento a RadioCalciomercato.it, la web radio ufficiale di Calciomercato.it, l’agente Fifa Davide Lippi ha parlato del suo assistito Brocchi, chiamato per una audizione in merito al Calcioscommesse, ma anche di Montella, Rosi e del futuro di suo padre.

BROCCHI E CALCIOSCOMMESSE – “Siamo stati un po’ sorpresi. Da quando è cominciata questa triste vicenda il nome di Brocchi non è mai stato menzionato. Siamo molto sereni, si tratta di una semplice audizione. Non abbiamo nessun tipo di problema nell’andare a fare una chiacchierata. Non è una cosa piacevole essere interrogati, ma al di là di questo siamo sereni. Nessuno è indagato, non c’è motivo per essere allarmati”.

FUTURO MONTELLA – “Tecnicamente come allenatore promette bene da quando era alla Roma. Sono convinto che possa avere un futuro importante, non so quando. Fare il salto è sempre un rischio, avere un anno di esperienza in più è sempre positivo. Fare un altro anno di gavetta può servire. Però sono convinto che prima chiuderà la stagione alla grande, poi prenderà decisioni per la sua carriera. Ora è presto”.

ROSI E LA ROMA – “Se la squadra fa scarsa prestazione, è difficle che il terzino possa fare qualcosa di diverso. Se la squadra fa bene, può fare bene anche lui. La stagione è ancora lunga, deve dimostrare tanto, c’è da confermarsi. E’ cresciuto tantissimo, c’è tanta fiducia e lui sta rispondendo. E’ migliorato tantissimo in fase difensiva. E quando leggo i voti sui giornali e vedo che in fase offensiva ha giocato male e bene in quella difensiva, io sono contento. Era la sua pecca. Deve continuare cosi, ci sono ancora tre mesi di campionato, a giugno vedremo”.

PAPA’ MARCELLO – “Di vicende legate a mio padre, come ben sapete, non ne parlo. Comunque non mi risulta niente, ho letto in giro ma non c’è nulla di concreto. Adesso c’è Pasqua, se ne va a Ibiza a godersi la sua casa sereno e tranquillo. Vedremo se con un progetto valido avrà voglia di tornare in panchina”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *