Campione ai raggi X: Ivanovic, la rinascita del Chelsea parte da un suo gol

 

CAMPIONE RAGGI X IVANOVIC / LONDRA (Inghilterra) – Dopo il gol che ha eliminato ai tempi supplementari gli azzurri, i tifosi del Napoli, loro malgrado, hanno imparato a conoscerlo bene: per gli altri che ancora non hanno sentito parlare di Branislav Ivanovic bisognerà partire dal conclamato dato di fatto che nel panorama calcistico europei ci sono ben pochi terzini destri affidabili e continui come il numero 2 del Chelsea. Il serbo è ormai un titolare fisso dei ‘Blues’ che, dopo la quasi miracolosa qualificazione ai danni degli azzurri partenopei, sognano di raggiungere (con Di Matteo in panchina) la finale di Champions League che si disputerà a Monaco di Baviera il prossimo 19 maggio.

Nato in Serbia nel 1984, Ivanovic comincia la sua carriera nel Srem, squadra della sua città in cui si fa notare dalle big del suo paese, tra cui l’OFK Belgrado che lo convince a trasferirsi nella Capitale nel 2003. Diventa presto un punto fermo oltre che il capitano dell’Under 21 serba che sfiora la vittoria dell’Europeo di categoria del 2007 (finale persa contro l’Olanda). Ma all’epoca Ivanovic ha già lasciato la sua terra per trasferirsi in Russia, al Lokomotiv Mosca, club con il quale si afferma in pochissimo tempo e si conquista anche un posto nella Nazionale maggiore.

Dopo due anni in riva alla Moscova, nel gennaio 2008 per Ivanovic arriva la chiamata di uno dei club più prestigiosi d’Europa, il Chelsea, che lo acquista per circa 13 milioni di euro. L’investimento di Abramovic non viene però sfruttato subito da Grant, che non lo fa mai giocare nello scorcio di stagione in cui i ‘Blues’ sfiorano la vittoria in Champions League. Per il serbo le cose cambiano radicalmente l’anno successivo, quando con Scolari in panchina trova una discreta continuità di utilizzo. Proprio nel calciomercato del gennaio 2009 si ritrova a un passo dal trasferirsi alla Fiorentina, club il cui d.s. Pantaleo Corvino lo stima moltissimo, ma la trattativa salta e Ivanovic resta al Chelsea, dove lo attende la parte migliore della sua carriera.

Con Carlo Ancelotti in panchina, infatti, Ivanovic dimostra tutta la sua grande affidabilità sia nel suo ruolo naturale di terzino destro che in quello di centrale, diventando un intoccabile nella squadra che vince FA Cup e Premier League. Anche nel meno fortunato anno successivo Ancelotti dimostra di tenerlo in grande considerazione, così come Villas-Boas prima e Di Matteo poi nella stagione in corso. In mezzo l’amara e sfortunata esperienza con la sua Nazionale al Mondiale sudafricano, che non potrà in alcun modo essere riscattata questa estate all’Europeo che non vede tra le partecipanti la sua Serbia. Nonostante ciò Ivanovic non si è perso d’animo, e in Inghilterra e in Europa sta confermando che il Chelsea ha visto giusto a puntare su di lui.

 

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *