Inter-Catania, pagelle e tabellino

PAGELLE E TABELLINO INTER-CATANIA / MILANO – A ‘San Siro’ il Catania di Montella getta alle ortiche un’occasione incredibile: in vantaggio di due reti fino a un quarto d’ora dal termine si fa raggiungere dalla squadra di Ranieri, che con questo risultato salva con ogni probabilità la sua panchina. Buona parte della colpa è da attribuire al portiere Carrizo, che con una papera consente a Forlan, il migliore dell’Inter, di riaprire la partita. Nell’Inter molti in ombra, tra tutti da segnalare Pazzini colpevole di un errore sotto porta nel recupero che ha del clamoroso. Il migliore in campo è invece il catanese Barrientos, sempre più incisivo nella fase offensiva degli etnei.

INTER
Julio Cesar 6 – Come sempre molto sicuro e attento in alcune situazioni determinanti, sulle reti subite è esente da colpe.

Nagatomo 5,5 – Nel primo tempo ingaggia un duello tra ‘piccoletti’ con Gomez, che lo brucia senza appello in occasione del gol del vantaggio catanese. Nella ripresa viene dirottato sulla sinistra e le cose gli vanno meglio in collaborazione con Forlan.

Lucio 5 – Un po’ troppo macchinoso contro le velocissime punte avversarie.

Samuel 5,5 – Anche lui in difficoltà ma comunque meglio del compagno.

Zanetti 6 – Come sempre tra gli ultimi ad arrendersi.

Faraoni 4,5 – Gara anonima, è parzialmente giustificato dall’evidente luna storta dei compagni. Dal 46′ Sneijder 5 – Appena entrato appare volonteroso, ma quando capisce di predicare nel deserto si deprime e sparisce.

Palombo 4 – Impreciso e discontinuo, viene dominato dagli avversari finchè Ranieri non capisce che forse è meglio cambiarlo. Dal 61′ Obi 6 – Con la sua vivacità si rende utile nella rimonta interista.

Cambiasso 4,5 – Gara negativa, non è mai incisivo ne’ in fase difensiva ne’ in quella offensiva. Dal 61′ Poli 6 – Almeno è ordinato e fresco.

Forlan 6,5 – Schierato esterno sinistro si adatta con grande abnegazione e con i suoi scatti e i suoi dribbling tenta in tutti i modi di suonare la carica. Ci riesce realizzando il gol dell’1-2, poi è suo anche l’assist che manda Milito a rete.

Milito 6 – Non sembra in partita, poi nell’ultimo quarto d’ora sembra indiavolato. Con un missile realizza il gol del pari.

Pazzini 4 – Lotta, sgomita, si affanna. Ma è sempre inconcludente e l’occasione del gol della vittoria dilapidata in quel modo grida vendetta.

All.: Ranieri 5 – Quando la sua squadra sembra spacciata ecco che riaffiora l’orgoglio dei campioni. Ma l’Inter è sfiduciata e demotivata, e se lo è non è nemmeno tutta colpa sua: un anno così può capitare e trovare rimedi ad una situazione del genere non è facile. Ciò però non toglie dagli occhi una nuova pessima prestazione dei suoi.

CATANIA
Carrizo 4 – Ok, è bravo a salvare su Pazzini nel recupero. Ma se l’Inter riapre la partita è esclusivamente a causa di una sua clamorosa papera.

Motta 4,5 – Discreto in fase offensiva, ma quando c’è da difendere mostra ancora una volta tutte le sue lacune. Forlan dalla sua parte fa ciò che vuole.

Legrottaglie 6,5 – Praticamente perfetto fino all’improvviso risveglio interista.

Spolli 6 – Grande grinta e duello molto fisico con Pazzini. Si disimpegna abbastanza bene.

Marchese 6,5 – Suo l’assist per il gol di Izco, che arriva dopo un ottimo inserimento (nonostante la posizione di offside).

Izco 6,5 – Insieme ai compagni sogna l’impresa e realizza anche il gol dello 0-2.

Lodi 6,5 – Fosforo e piedi buoni in mezzo al campo. Montella punta sempre più sulla sua regia e lui lo sta ripagando alla grande.

Almiron 7 – Sostanza e piedi buoni, è senza dubbio il migliore del centrocampo catanese. Splendide alcune sue aperture, peccato per l’evidente calo fisico nel finale che non gli permette di aiutare i compagni a blindare il match.

Gomez 7 – Realizza il gol del vantaggio ed è sempre una spina nel fianco per l’Inter. Quel che stupisce, ultimamente, è la sua costanza di rendimento. Dall’87’ Llama sv.

Bergessio 5,5 – Si muove benissimo ma ha la grave colpa di dilapidare l’occasione del potenziale 0-3 cercando un velleitario pallonetto. Dal 69′ Ebagua sv.

Barrientos 7,5 – Parte sulla destra ma nei primi minuti si scontra contro un muro chiamato Zanetti. Forse anche per questo si accentra e da trequartista dà spettacolo. Un assist per Gomez e tanta, tanta qualità. Se continua così il Catania con lui potrebbe aver fatto un colpo incredibile. Dal 76′ Seymour 5 – Ha la palla del 2-3 ma spreca clamorosamente con una specie di passaggio a Julio Cesar.

All.: Montella 6,5 – Il suo Catania assomiglia sempre più ad una macchina perfetta: gioca a memoria e con personalità, esaltando le caratteristiche di alcuni suoi notevoli interpreti. Peccato per il finale, da attribuire in gran parte alla papera di Carrizo, perchè i suoi ragazzi avrebbero meritato di vincere.

Arbitro: Celi 5 – L’errore del suo assistente sul fuorigioco non fischiato a Marchese è grave e condiziona la partita e il giudizio sulla sua direzione.

TABELLINO

INTER-CATANIA 2-2

INTER (4-4-2): Julio Cesar; Nagatomo, Lucio, Samuel, Zanetti; Faraoni (46′ Sneijder), Palombo (61′ Obi), Cambiasso (61′ Poli), Forlan; Milito, Pazzini.
A disposizione: Castellazzi, Juan Jesus, Cordoba, Zarate.
All.: Ranieri.
CATANIA (4-3-3): Carrizo; Motta, Legrottaglie, Spolli, Marchese; Izco, Lodi, Almiron; Gomez (87′ Llama), Bergessio (69′ Ebagua), Barrientos (76′ Seymour).
A disposizione: Kosicky, Bellusci, Capuano, Ricchiuti.
All.: Montella.

Arbitro: Celi

Marcatori: 20′ Gomez (CA), 38′ Izco (CA), 71′ Forlan (I), 80′ Milito (I).
Ammoniti: 35′ Izco (CA), 75′ Sneijder (I).

 

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *