Mercato Napoli, De Laurentiis su Cavani, Mazzarri, Hamsik e…

NAPOLI DE LAURENTIIS / NAPOLI – Il Napoli continua a sognare. Una stagione strepitosa vede gli azzurri in lotta su tutti i fronti, dal campionato alla Champions League, passando per la Coppa Italia. Aurelio De Laurentiis, presidente dei partenopei, ha analizzato ai microfoni di ‘Sky Sport24’ il momento della sua squadra, esprimendosi anche su temi di calciomercato.

CAVANI, PREZZO “VOLGARE” – Le parole del c.t. dell’Uruguay, che ha consigliato a Cavani di cambiare squadra, hanno suscitato questa replica: “Tabarez dovrebbe guardare in casa propria, perché io non mi permetto mai di esprimere considerazioni pubblicamente sugli altri. Se in Inghilterra e in Spagna ci saranno i soldi per pagare Cavani lo vedremo: per Vargas ho dovuto tirare fuori 12 milioni, e di lui non abbiamo ancora visto nulla in Italia, ma io non ho battuto ciglio, portandomi a casa un pezzo da novanta. Chi vuole Cavani dovrà presentarsi in maniera adeguata, perché altrimenti lo offenderebbe, essendo una persona estremamente seria, la cui vita è divisa tra la famiglia e il calcio. Dare un prezzo all’uruguaiano? Ma che volgarità”.

MAZZARRI – Anche l’allenatore azzurro, Walter Mazzarri, potrebbe essere in odore di trasferimento: voci ‘popolari’ lo vorrebbero all’Inter la prossima stagione. “Ha un contratto con noi, e non è questo il momento di parlare di queste cose, che distrarrebbero gli attori della stagione in corso. Queste sono le voci dei tifosi, alimentate dai media, che devono vendere: è giusto che riempiano i rotocalchi con i contenuti più malsani e non veritieri. Il suo mandato non si esaurirà alla fine di questo campionato, bensì a giugno 2013. A volte mi ha persino detto di voler restare più a lungo: le porte sono aperte”.

HAMSIK – Una parentesi anche per il talento slovacco: “Fino al 2016 sarà un nostro giocatore. Ci sono state richieste per lui, ma sono riuscito a dare continuità al Napoli: abbiamo giocatori giovani, col tempo per resistere qui ed esistere in altri club in futuro”.

OBIETTIVI E CHELSEA De Laurentiis ha quindi fatto una panoramica sugli obiettivi a breve e lungo termine, non lesinando una critica-appello ai ‘Blues’: “Dal primo giorno, quest’anno, ho detto che dobbiamo puntare ai primi cinque posti. Arrivare terzi sarebbe bellissimo, ma più difficile della scorsa stagione. Non entreremmo di diritto nei gironi, ma avremmo una partita complicata ad agosto. Dopo aver parlato col Chelsea, trovando un antipatico ‘no’, è inutile dire che i biglietti vengono venduti solo ai botteghini o sul web. Se i ‘Blues’ stessero vivendo un momento di disaffezione da parte dei tifosi, con conseguenti vuoti allo stadio, ho pregato di poter far fruire di questi posti disoccupati ai sostenitori napoletani, che a Londra non sono pochi”.

MILAN-JUVENTUS E LEGA SERIE A – Dopo le polemiche divampate per via delle decisioni arbitrali nella sfida tra rossoneri e bianconeri, oggi le due società sarebbero tornate a contattarsi. De Laurentiis analizza così queste mosse: “Nel calcio è normale volersi scazzottare, baciandosi il giorno dopo: non mi meraviglio. Non possiamo lasciare un posto vacante: non mi risulta che al momento ci sia un sostituto di Beretta. Dobbiamo progettare la Lega Serie A di oggi e di domani, elencando i problemi e dando incarico a una società specializzata di trovare il personale adeguato: solo allora il signor Beretta, che è una persona a modo, si farà da parte, lasciando libera una sedia scomoda. Non possiamo permetterci di avere una carica vacante”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *