Novara-Milan, Allegri su Scudetto e mercato

NOVARA MILAN ALLEGRI IN POSTPARTITA / NOVARA – Il Milan espugna Novara e si conferma seconda forza del campionato. Massimiliano Allegri, ai microfoni di ‘Sky Sport’, commenta così la prestazione: “La vittoria della Juventus non è stata uno stimolo. Dovevamo vincere e toccare quota 40 punti, cioé la stessa dell’anno scorso. I bianconeri hanno fatto meglio, avendo un punto in più, ma mancano diciannove partite. Tecnicamente abbiamo fatto bene, anche se sul 2-0 siamo calati. Il risultato non è mai stato in discussione però, siamo in ottima condizione fisica”.

DIFESA DEI GIOCATORI – “Il tocco di Nocerino? Non commento più niente perché dopo il rigore di Bergamo sono stato attaccato da tutti. L’esultanza di Ibrahimovic? Ha fatto un gran gol e credo che sia un campione importantissimo, sta facendo grandi cose. Emanuelson? E’ stato attaccato immeritatamente, è un giocatore importante in qualunque ruolo giochi. El Shaarawy? E’ cresciuto molto, tra una squadra di Serie B e il Milan cambia molto il modo di giocare. In questo momento sta facendo molto bene e sono molto contento”.

SCUDETTO – “Se arrivassimo a 82 punti come l’anno scorso potrebbero bastare. La Juventus però sta tenendo una media altissima, ha vinto lo scontro diretto, in questo momento è la favorita assieme a noi. Inutile nascondersi dietro a un dito, questa è la verità. Credo che nel girone di ritorno però fare 40 punti significhi vincere lo Scudetto. L’Inter sta rientrando nella lotta, la Roma sta facendo molto bene, l’Udinese sta facendo grandissime cose, ma credo che quella cifra basterebbe”.

MERCATO – “In questo momento stiamo bene così. La società sa benissimo come muoversi, ha ancora una settimana di tempo per valutare e fare quanto ha intenzione di fare. Tevez? Sono ottimista di natura”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *