Serie A, Napoli-Juventus 3-3: super Pandev, poi rimonta bianconera

SERIE A NAPOLI-JUVENTUS 3-3 / NAPOLI – Spettacolo al ‘San Paolo’. Quasi un mese (e mille polemiche) dopo quel 6 novembre che vide il rinvio della super sfida in terra partenopea, Napoli e Juventus regalano al nostro calcio una delle partite più belle di questo campionato, un 3-3 che vede entrambe uscire rafforzate da Fuorigrotta. Gli azzurri scoprono di avere in squadra Goran Pandev, evanescente dal suo arrivo e protagonista stasera con una dopietta, la Juve, sempre più consapevole della propria forza, non perde l’imbattibilità e dimostra soprattutto a sè stessa di riuscire a non mollare mai, neanche nelle situazioni più disperate.

SPRINT NAPOLI – Come quella che si era venuta a creare stasera. Il Napoli parte forte spinto dal suo pubblico e trova il rigore per un fallo di Pirlo (non al meglio) su Lavezzi. Hamsik sbaglia la trasformazione sparando alto, ma poco dopo devia di testa in rete il pallone messo al centro dal ‘Pocho’. Passano alcuni minuti ed è 2-0, con Goran Pandev che segna sfruttando un rimpallo al limite dell’area e battendo col destro Gigi Buffon.

CHE RIPRESA – Il secondo tempo è un valzer di emozioni. La Juve entra in campo con uno spirito diverso, spinge e trova subito il gol con Matri liberato in area da Vidal. Continua a spingere, ma viene beffata ancora da Pandev, che gira in porta un traversone di Maggio (gran cavalcata sulla fascia dell’ex sampdoriano) dopo un brutto intervento difensivo di Bonucci. Serve un miracolo, e questo arriva: sul cross di Vucinic è solissimo Estigarribia che accorcia. Passano pochi minuti ed il giocatore più in forma, Simone Pepe, che si intromette di classe e prepotenza tra le maglie della difesa azzurra e realizza il 3-3. La Juventus conquista un punto importantissimo, per la classifica ma soprattutto per la mentalità della squadra di Antonio Conte.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *