Mercato Atalanta, esclusivo Pierpaolo Marino su Denis, Colantuono, avvio campionato e prospettive future

MERCATO ATALANTA ESCLUSIVO MARINO COLANTUONO DENIS FUTURO / BERGAMO – Dopo il primo stop in casa della Roma, l’Atalanta è tornata a far punti con una delle squadre di vertice di questo avvio di campionato, vale a dire l’Udinese. Il match dello stadio ‘Atleti azzurri d’Italia’ si inserisce nella serie di 0-0 che hanno affollato la settima di Serie A ma Pierpaolo Marino, responsabile dell’area tecnica intervenuto in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it ha visto una partita molto ben giocata dalla squadra nerazzurra: “Penso che siamo noi a poter recriminare maggiormente -ha detto- Non abbiamo concesso quasi niente mentre Handanovic si è reso protagonista di un paio di ottimi interventi. Abbiamo tenuto bene il campo soprattutto dopo l’espulsione di Pinzi, ma non dobbiamo essere rammaricati perchè come dice giustamente Colantuono la strada intrapresa è quella giusta, soprattutto per quanto riguarda la mentalità. Giochiamo sempre per vincere, rispettando l’avversario ma non temendo nessuno”.

UN MERCATO VINCENTE – Marino ha portato a Bergamo, tra gli altri, giocatori come Denis e Cigarini: “Se credevo che l’argentino fosse così forte? Certo, l’ho portato prima a Napoli poi a Bergamo, mi fido molto di lui. Magari durante l’arco della stagione ci saranno momenti in cui renderà di meno, ma abbiamo altri ragazzi capaci di risultare determinanti come sta facendo lui in questo momento”. Cigarini, altro ex napoletano, si è rilanciato in nerazzurro proprio come Colantuono: “In realtà il mister ha fatto sempre bene, anche a Torino. Solo a Palermo non ha avuto un’esperienza facile, ma questo è successo a molti ottimi allenatori in quella piazza. Cigarini, invece, è decisamente rinato, forse anche grazie allo splendido clima di Bergamo, dove c’è una curva fantastica, un campanilismo di altri tempi che alla fine porta i giocatori ad immedesimarsi coi tifosi e a sentirsi bergamaschi”.

MA QUALE PREPARAZIONE? – “Abbiamo un programma serio che prevede l’inserimento di alcuni giovani da valorizzare. Se dovessimo restare in Serie A avremo la possibilità di intraprendere un progetto molto serio”. Si è molto parlato della preparazione studiata dall’Atalanta per annullare subito il gap della penalizzazione: “Ma non è vero, Colantuono mi ha detto che ha programmato tutto come al solito. Abbiamo solo fatto amichevoli contro squadre più forti del solito per entrare in ritmo partita. Siamo partiti bene per la mentalità, che viene da tutte le nostre componenti, presidente, società, allenatore, giocatori e pubblico”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *