Calciomercato Milan, Gattuso su Hamsik, Cassano, Leonardo e Gasperini

GATTUSO MILAN MERCATO FUTURO / GENOVA – Gennaro Gattuso giura fedeltà al Milan: “Il mio futuro? Sono sempre stato sincero, il mio procuratore fa il suo lavoro, ma io ho già detto che il Milan è casa mia, sono un tesserato del Milan, ho un anno di contratto e smetterò di giocare fra due anni. Sto bene e comunque decido io“. Un messaggio chiaro e inequivocabile quello rilasciato in serata dal centrocampista, raggiunto dai microfoni di Sky Sport in occasione di una sua visita a Torriglia, in provincia di Genova. Sua volontà è di restare fedele ai colori rossoneri e possibilmente chiudere la carriera con addosso la stessa maglia che porta ormai da 12 anni. ‘Ringhio’ approfitta dell’intervista per scusarsi del famoso coro con Leonardo e per esprimere la propria stima nei confronti del neotecnico dell’Inter, Gian Piero Gasperini. Senza naturalmente tralasciare le questioni di mercato legate ai nomi di Hamsik e Cassano.

LEONARDO – “Ho fatto una stupidaggine, non dovevo cantare quel coro e mi assumo le responsabilità. Ma non parlo, sono deferito. In tanti anni non ne avevo fatta una e quest’anno ne ho combinate tante: quando uno sbaglia deve chiedere scusa e ammettere gli errori”.

GASPERINI – “E’ un ottimo allenatore, un tecnico molto preparato, a lui piace il gioco offensivo e con i campioni che si ritrova lo potrà fare. Mi è un po’ dispiaciuto quando ho saputo che andava all’Inter, perché in fase offensiva è molto bravo e con i giocatori che hanno bisogna temerli”.

OBIETTIVI – “La Champions League è sempre l’obiettivo del Milan, solo che vincerla è sempre molto difficile e per farlo ci vuole comunque un po’ di fortuna negli episodi chiave, io ho fatto tre finali di Champions League e nelle due volte in cui abbiamo vinto la Coppa è stata necessaria anche un po’ di fortuna. La Champions è molto difficile, ma qualcosa sul mercato la società lo farà”.

CASSANO – “Io quest’anno ho avuto un comportamento pessimo, per cui non posso essere il suo tutor. Lui Prandelli lo ha sentito, nel Milan deve giocare e nel Milan nessuno ti regala niente, deve ragionare su questi aspetti. Spero resti con noi, capisco che dopo quello che ha detto Prandelli in vista degli Europei voglia giocare con continuità”.

HAMSIK – “E’ chiaro che al Milan piace Hamsik, ma non penso ci siano i soldi per acquistarlo, visto che si parla di una cifra intorno ai 30-40 milioni e il problema dei diritti televisivi può costituire un ostacolo. Con Hamsik si può essere competitivi, ma per vincere la Champions non basta”.

 

Gennaro Gattuso (Getty Images)
Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *