Udinese, Guidolin: “Europa? I conti si fanno alla fine”

GUIDOLIN QUARTO POSTO UDINESE / UDINE – Malgrado la sconfitta di Firenze e i risultati di Roma, Lazio e Juventus, Francesco Guidolin crede ancora nella possibilità di piazzare la sua Udinese al quarto posto o, quantomeno, di garantire una partecipazione alla prossima Europa League: “Ho sempre avuto molta fiducia nelle capacità dei miei uomini, il nostro gruppo deve diventare granitico. Chiedo alla mia squadra di tirare fuori tutto quello che ha e a Firenze i ragazzi hanno dato tutto quello che avevano. Siamo impegnati in una lotta sportiva per conquistare un posto in Europa al fianco di squadre di grande blasone, presente, passato e qualità. Ci siamo costruiti questa classifica attraverso un cammino lungo e dispendioso e, nonostante mille difficoltà, siamo ancora lì. Questo deve inorgoglire noi, la nostra città e i nostri tifosi. Non so dove arriveremo, ma, alla fine, i reali valori saranno premiati. Non ho mai dato per scontata la qualificazione in Europa League. Viviamo la vigilia di una partita importante con molta concentrazione, con la consapevolezza delle difficoltà che incontreremo e con l’entusiasmo e l’orgoglio di chi lotta per qualcosa di importante. Siamo ancora padroni del nostro destino, i conti li faremo alla fine”. In conferenza stampa il tecnico dei friulani ha parlato anche dello scontro diretto in programma domenica prossima con la Lazio, sconfitta ieri dalla Juventus: “Merita la classifica che si ritrova. I biancocelesti sono stati protagonisti di campionato molto bello dopo una stagione negativa, in cui hanno sofferto per salvarsi. Godono di buona salute e dispongono di ottimi giocatori. Ci attende una partita molto complicata e da preparare con la massima cura. Se potessi contare sulla salute piena dei miei giocatori non temerei alcun avversario, le nostre concorrenti sono più esperte, ma possiamo giocarcela. Di Natale? Nell’ultima settimana si è allenato bene. Adesso speriamo nel ricorso per Inler e nel recupero di Sanchez”.

A.B.

 

Francesco Guidolin (Getty Images)
Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *