ITALIANZ – Pesanti flop per Mancini e Giuseppe Rossi

Roberto Mancini (Getty Images)

ITALIANZ, LE PERFORMANCE DEGLI ITALIANI ALL’ESTERO / ROMA – Calciomercato.it vi offre la ventitreesima puntata della rubrica che vi fa scoprire il rendimento degli italiani piu’ titolati – con almeno una presenza in Serie B o in una qualunque Nazionale Italiana – che militano negli altri campionati europei.

a) “Performance of the week” – Maurizio LANZARO (Real Saragozza): siamo sinceri. Abbiamo deciso di assegnare la piazza più alta della graduatoria di questa settimana al difensore del Real Saragozza perchè è stato uno dei pochi italiani impegnati nei campionati stranieri a non demeritare. Rientro in campo da titolare per il centrale ex reggina, nella vittoria casalinga sul Getafe per 2-1, risultato maturato nel primo tempo. Nella ripresa la difesa aragonese salva il punteggio dai continui attacchi degli avversari.

b) “Zero Assoluto” – Roberto MANCINI (Manchester City): avevamo l’imbarazzo della scelta, alla fine il dito ha puntato verso il Mancio che nel posticipo del lunedì di Premier ha preso 3 sberle dal Liverpool ad Anfield. Gara iniziata molto male per i Citizens, prima la rete di Carroll poi l’infortunio a Tevez che rischia di saltare la semifinale di FA CUP contro i cugini dello United. In Premier League il Chelsea balza al terzo posto, sorpassando appunto la squadra di Mancini e Balotelli che vanta ora soltanto 3 punti dal Tottenham.

c) “Saracineska” – Matteo GRITTI (Bellinzona): pareggio prezioso ottenuto dai ticinesi in casa contro il Thun. 1-1 il risultato finale che permette al Bellinzona di Gritti e Diana di compiere un altro piccolo passo verso l’obiettivo salvezza, raggiungendo quota 27 punti. Il Thun è riuscito a portarsi in vantaggio soltanto su rigore, numerose le parate di Gritti anche dopo il pareggio di Lustrinelli nella ripresa.

d) “Mastino” (miglior difensore) – Maurizio LANZARO (Real Saragozza): come spiegato prima il migliore del ruolo è Lanzaro che non ha fatto rimpiangere il connazionale Contini nel ruolo di difensore centrale titolare. Con questa vittoria sul Getafe, il Saragozza oltre ad avvicinarsi agli avversari del posticipo della Liga, si avvicina anche alla sospirata salvezza, lasciandosi indietro Hercules, Malaga ed Almeria.

e) “In medio stat virtus” (miglior centrocampista) – non assegnato questa settimana. Nessun centrocampista italiano è sceso in campo nei rispettivi campionati esteri, a parte Maresca che entra a metà ripresa nel noioso pareggio casalingo per 0-0 del suo Malaga contro il Deportivo La Coruna. Camoranesi invece, fuori per un guaio muscolare, non ha potuto festeggiare insieme ai suoi compagni del Lanùs l’ottima vittoria casalinga contro il Boca Juniors di Palermo e Riquelme per 2-0.

f) “Bomber” (miglior attaccante) – non assegnato questa settimana. Un’ecatombe! Rossi subisce la più pesante sconfitta da quando milita nella liga spagnola, il suo Villareal è travolto 5-0 dal Valencia. Osvaldo non riesce a segnare nello 0-0 di Alicante contro l’Hercules. Balotelli entra per sostituire l’infortunato Tevez dopo appena 15 minuti di gioco, ma il City cade 3-0 a Liverpool. Mentre Pellè in Olanda entra soltanto nel finale per fare presenza nell’1-1 casalingo del suo Alkmaar contro il Breda.

g) “Mister” (miglior allenatore) – Carlo ANCELOTTI (Chelsea): eh si! Alla fine la spunta Carletto come miglior mister della settimana. Il suo Chelsea non fa impazzire ma batte 1-0 il Wigan e sorpassa in classifica il collega Mancini al terzo posto, se finisse ora il Chelsea sarebbe in Champions evitando la seccatura dei preliminari. Ora il tecnico dei ‘Blues’ potrà concentrarsi sul ritorno di Champions League dove deve assolutamente ribaltare lo 0-1 subito a Stamford Bridge dal Manchester United. Altro pareggio in Russia per lo Zenit di Spalletti nella supersfida casalinga contro il CSKA di Mosca.
 
Classifica Generale (+3 e -3 per miglior/peggiore performance della settimana, +1 per i migliori in ogni reparto):
 
– Rossi + 29

– Spalletti + 18

– Gritti + 12

– Osvaldo + 10

– De Zerbi + 9

– Mancini + 7

– Di Matteo, Lanzaro + 6

– Ferro + 5

– Pelle’, Cudicini + 4

– Bocchetti, Macheda, Ancelotti + 3

– Tiboni, Guarente, Zotti, Piccolo, Balotelli, Camoranesi + 2

– Caldirola, Conti, Maresca + 1

– Barzagli, Cigarini, Cirillo 0

– Molinaro – 1

– Balotelli – 3

– Diana, Ferrari -5

– Contini – 6

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *