Genoa-Lazio, Tare su scelta di giocare e Reja

L'ex Sculli

LAZIO GENOA TARE LEGA ALEMANNO / GENOVA – C’è ancora molta rabbia alla Lazio per la partita disputata oggi al Ferraris. Non tanto per la sconfitta 3-2 contro il Genoa quanto per la scelta stessa di disputare la partita, nonostante i tanti disagi che ci sono stati nelle ultime ore a Roma per la fitta nevicata. L’unico a parlare nel dopo gara è stato il direttore sportivo biancoceleste Igli Tare, visto che Edy Reja era talmente infastidito da non volere presentarisi ai microfoni della sala stampa. “Abbiamo cercato fino all’ultimo momento di rinviare questa partita, perchè tutti sanno benissimo quello che è successo a Roma in questi giorni. – le parole dell’albanese – Ogni giorno abbiamo parlato con la Lega per cercare il rinvio, questo non è stato concesso nonostante i disagi che abbiamo dovuto superare anche solo per riuscire a partire per Genova. Loro ci hanno detto che a Genova non c’era neve e che il campo era praticabile, quando si è visto bene che non era così: ne siamo usciti con tre infortuni. Ci abbiamo provato in tutti modi a far capire alla Lega che non si doveva giocare, ma che soprattuo il sindaco Alemanno aveva emesso un’ordinanza di rimanere nelle proprie case. Vogliamo maggior rispetto ed attenzione, perchè ci stiamo giocando degli obiettivi importanti”.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *