Serie A, Cesena-Inter 1-2: Pazzini salva i nerazzurri

Pazzini (Getty Images)
SERIE A CESENA INTER / CESENA – Minuto 90 di Cesena-Inter: allo stadio Manuzzi cantano di gioia i tifosi romagnoli mentre a Milano i tifosi del Milan si preparano a festeggiare lo scudetto in casa contro il Bologna. Minuto 95: la doppietta di Pazzini capovolge la situazione e rimanda alla prossima settimana la festa rossonera. È il bello del calcio, la capacità di regalare emozioni quando meno te lo aspetti. L’Inter porta a casa tre punti al termine di una gara che il Cesena ha interpretato meglio, crendo molti più pericoli dei nerazzurri. Nel primo tempo sono i padroni di casa a rendersi pericolosi con Giaccherini in avvio mentre l’Inter non si vede quasi mai in avanti. La ripresa il copione non cambia con il Cesena che attacca e passa in vantaggio all’11’ con Budan. La reazione dell’Inter si fa attendere ed è solo Pazzini (entrato al posto di Pandev) a creare pericoli prima al 35′ e poi al 40′ senza fortuna. La partita sembra finita ma il Pazzo è in giornata di grazia e in pieno recupero prima firma il pareggio e poi, quattro minuti oltre il novantesimo, sigla il gol vittoria. Rimane a mani vuote un buon Cesena che stava già gustando il sapore di tre punti salvezza; tre punti che invece porta a casa l’Inter grazie al bomber italiano che rovina la festa ai rivali del Milan.

TABELLINO

Cesena-Inter 1-2 (11′ st Budan, 46′ st Pazzini, 49’st Pazzini)

Cesena (4-3-3): Antonioli; Ceccarelli (dal 38′ st Piangerelli), Pellegrino, Von Bergen, Lauro; Sammarco, Caserta, Parolo; Giaccherini (27′ st Benalouane), Budan  (dal 32′ st Malonga), Jimenez. All.: Ficcadenti

Inter (4-2-3-1): Castellazzi; Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, T.Motta (19’st Mariga), Pandev (dal 14′ st Pazzini); Milito, Eto’o. All.: Leonardo

Ammoniti: Budan, Ceccarelli, Caserta, Mariga (I), Lucio (I).

 

LA CLASSIFICA DI SERIE A

Milan 74 punti, Inter 69, Napoli 65, Lazio 60, Udinese 59, Roma 56, Juventus 53, Palermo 50, Fiorentina 46, Genoa 45, Cagliari 44, Bologna 40, Chievo 39, Parma 38, Cesena 37, Catania 37, Lecce e Sampdoria 35, Brescia 30, Bari 21.

 

 

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *