Napoli-Brescia, Mazzarri giustifica l’espulsione. E su Lavezzi…

NAPOLI BRESCIA, MAZZARRI IN POSTPARTITA / NAPOLI – Soltanto 0-0 per il Napoli, che non riesce ad aver ragione del Brescia tra le mura amiche del San Paolo. Il tecnico dei partenopei, Walter Mazzarri, è intervenuto con fervore a Sky Sport nel postpartita, dichiarando: “Non parlerò più degli arbitri, tanto è inutile farlo, perché vieni subito imputato a processo. Quando Maggio stava per impattare un pallone in area, l’avversario gli ha dato un colpo e gli ha fatto perdere l’equilibrio: se non era rigore questo. Mi è parso nettissimo da 70 metri, e ho protestato col quarto uomo. Giustifico anche il fatto di essere stato espulso: era un rigore sacrosanto, per me. Anche Mascara è stato falciato da dietro: quand’altro dovrebbe essere rigore? Non c’è neanche discussione da fare. Addirittura è stato ammonito”.

“Mi dispiace, perché i ragazzi si sono scomposti e andati all’arrembaggio, con la voglia di vincere – ha spiegato Mazzarri -. Abbiamo anche rischiato la beffa, perché ci siamo innervositi. La storia di una partita può cambiare con un episodio: abbiamo anche rischiato di perderla. Nel finale si è persa anche la testa: ci siamo disuniti e innervositi. Oggi si è visto il 3-0 subito col Milan: abbiamo preso 2 gol nei 15′ finali, quando stavamo tentando il tutto per tutto. Se ci sono due metri e due misure, accettiamoli e andiamo avanti”.

“Sapevamo che sarebbe stata difficile – ha chiosato il tecnico -, ma questo è il calcio: siamo un po’ meno brillanti del solito, e la prossima settimana possiamo togliere l’usura da giocatori come Cavani. L’Udinese ha vinto per un episodio, il Brescia ha pareggiato con la Roma… Sterilità in attacco? Per noi aver perso Lavezzi è stato come se al Milan avessero tolto Ibrahimovic. Non possiamo mangiare gli avversari col sangue agli occhi, che vengono qua a fare la partita della vita, senza l’argentino. Son queste le partite importanti, da qui in poi”.

M.T.

Be the first to like.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *